mercoledì 27 agosto 2008

Insufficiente!

Il voto che questa volta sono costretto a dare alla mia esperienza con questa ragazza "also known as" BLANCHE .

Anzi, decisamente insufficiente.

Devo dire che i dati in mio possesso sugli annunci di www.bakeka.it e www.kijiji.it iniziano ad essere sufficientemente congrui per poter stilare una media e pervenire ad un giudizio sulla qualità dei contenuti pubblicati. Non posso negare che questi siti godono di una ottima visibilità grazie anche alle perfette politiche commerciali seguite dai loro amministratori. Sicuramente offrono un supporto generalizzato alla ricerca di materiale per il punter, insomma un servizio molto simile a quello promosso dai quotidiani e più in generale, dalle pubblicazioni in carta stampata. In pratica bassa attinenza e veridicità dell'annuncio, foto comprese ovviamente e scarsissima professionalità da parte delle inserzioniste che molto spesso trattasi di improvvisate del mestiere piuttosto che, nei casi più positivi, di professioniste che cercano di fare "rimbalzare"

la propria popolatità attraverso la pubblicazione di estemporanei annunci spot.

L'annuncio di Blanche mi è balzato agli occhi sfogliando le inserzioni di questi siti free. Nonostante tutto, essendo fondamentalmente un testone, ho deciso di testare questa ragazza anche perchè,a seguito di una ricerca da me codotta, ho trovato il suo servizio fotografico completo su www.incontriitalia.com .

Devo essere sincero, la politica di questo sito mi è sempre piaciuta soprattutto per il fatto che l'amministratore ha sempre cercato di pubblicare annunci attinenti alla realtà dei fatti, senza taroccature di sorta. Questo almeno per la mia esperienza romagnola.

Ma veniamo ai fatti. Con un paio di telefonate, mi faccio l'idea (sbagliata) che possa trattarsi di una qualche ragazza rampante con l'interesse a crearsi un giro di clienti di un certo livello. Gli elementi che mi conducono a questa supposizione sono essenzialmente due ovvero la location in piena Marina Centro di Rimini e il rate che parte da 150 €uRose per una ora di tempo. Insomma il giusto mix per una ragazza che verificata l'attendibilità delle foto pubblicate, potrebbe essere qualche cosa di interessante anche in ottica di una eventuale permanenza a Rimini.

Arrivo sotto casa e nota negativa, un furbetto mi soffia il parcheggio sotto casa della tipa. Vabbè... faccio un giretto e dopo poco, sono al cancello d'ingresso di un residence nuovo e signorile. Tra me penso che stiamo procedendo per il meglio.

Stop!

Notizie positive finite.

Almeno adesso che posso parlare a mente fredda con quasi 24 ore di riflessione sulle spalle. Chiamo al cellulare e mi comunica che non è in grado di aprire direttamente dall'appartamento e che sarebbe scesa di persona. Passano alcuni istanti interminabili finchè non la vedo avvincinarsi fino ad aprirmi prima il cancello e successivamente il portoncino.

L'aria della ragazza è triste.

Di una tristezza e malinconia che ti fanno scendere la catena pur ritrovandosi di fronte ad un soggetto femminile fisicamente interessante. La capigliatura è tipo "Studio Line" di quelle, per intenderci, costruite a botte di gel. Occhi chiari, un discreto sorriso che però tradisce una alimentazione a base di pane o altro, ben visibile fra gli spazi interdentali. Peccato perchè nonostante l'aria sconsolata, quando sorride la ragazza è piuttosto carina. Stesso discorso quando parla: una cantilena tanto che in alcuni frangenti mi sembrava di parlare con una rincoglionita. Ovviamente con tutto il rispetto per i rincoglioniti e considerando il fatto che ora non mi viene in mente nessun altro sinonimo da utilizzare con maggiore efficacia.

Saliamo con l'ascensore al piano. Mi precede aprendo la porta ed entriamo in un bel appartamento, arredato in stile moderno ma con un casino incredibile di cose in giro. La cosa che più mi colpisce è un armadietto aperto dove si trova di tutto: panni, stracci, mutande, scarpe. La ragazza si scusa per il disordine e ovviamente cerco di nicchiare sulla cosa sperando che la situazione generale dell'appartamento non sia l'immagine dell'igiente della persona. Con questo non voglio dire che chi è disordinato è anche sporco, ma è semplicemente la sensazione che ho avuto io una volta trovatomi di fronte a tale ambaradam di roba.

Regolato il conquibus, andiamo in stanza. Ci spogliamo e una volta nudo, mi da una occhiata al "bambino" :

- cazzo com'è grosso! Te l'hanno mai detto? -

- no... - rispondo io - è la prima volta, si vede che sei abituata male - :)

Niente, non riesco neppure a farla ridere con questa miserabile battutaccia. A onore del vero, come altre volte è capitato, sono rimasto solo per vedere la fine del film di cui ero protagonista.

Un lungometraggio che sarebbe dovuto durare un'ora. Insomma non ho neanche iniziato e già avrei voluto finire.

Lei nuda non è male, ma anche il suo fisico trasmette tristezza: tettine un po' cadenti, culaccino flappo, cosciotte all'apparenza tornite ma tremolanti. Non so cosa dire, forse le mie aspettative erano un po' troppo elevate, ma è anche vero che io vado a divertirmi e non a essere protagonista di una ballata triste dell'Ucraina, perchè questa è la nazione di origine della sedicente Blanche .

Non so sinceramente come spiegarla sta' cosa del mio abbassamento di umore. Mi verrebbe da dire che trattasi di una ragazza sfruttata e che si trovi in quella situazione contro la propria volontà. Dai dialoghi che poi sono seguiti invece mi ha fatto tutta un'altra impressione ovvero di una tipa che ha capito di essere seduta sulla propria fortuna e di avere una unica passione ovvero quella per i soldini.

Il rapporto sessuale è stato scarso con un bj fatto discretamente nonostante tutto e un daty da parte mia per cercare di scaldare quello che mi sembrava un ghiacciolo. La patacca con la ricrescita ha contribuito a smorzare quell'eccitazione che stava nascendo fino al rapporto alla missionaria dove sinceramente non vedevo l'ora di finire.

Una volta arrivato alla conclusione, le ho riferito che me ne sarei andato cercando di trattare per la restituzione di un cinquantello.

GIUSTAMENTE a mio avviso, non mi è stato restituito: ho comprato un'ora di tempo e se ne ho sfruttato di meno, sono affari miei. Dal mio punto di vista, ragionamento corretto e condiviso.

In men che non si dica sono fuori dall'appartamento, quindi in auto. Non è mia abitudine perdere tempo a rimuginare. Penso a cosa avrei potuto scrivere e soprattutto a come per non danneggiare più di tanto la ragazza. Ma come si fa a raccontare gli eventi diversamente da quanto sopra riportato, quando proprio non esistono le basi e le caratteristich
e sufficienti a fornire una servizio all'altezza?

7 commenti:

  1. Big..
    come dici tu è sudata sulla sua fortuna..
    Ma bisogna anche saperla gestire questa fortuna!!

    RispondiElimina
  2. Forse intendevi dire "seduta"... comunque sono pienamente d'accordo con te. La tipa in questione comunque, non riesco a definirla se non "rincoglionita", sempre con rispetto parlando.

    RispondiElimina
  3. Nessuna pietà e nessun timore di stroncare.
    Ho già scritto che passato ha, secondo me, la tipa su forum adatti...se fai questo mestiere con sufficienza e tanto per farlo...ti becchi la stroncatura...e se sei triste cara Blanche...beh, sono cazzi tuoi...sono tanto triste io!!

    RispondiElimina
  4. Certo intendevo seduta... Non potevo correggere.!!

    RispondiElimina
  5. Big Five (punterforumit)28 agosto 2008 10:12

    In effetti capita anche a me di recensire una Girl scarsa, ma di non volerla stroncare troppo in quanto, è vero sì che con lei non mi sono divertito, ma vero è anche che tecnicamente ed eticamente un giudizio anche se negativo deve provenire da basi obbiettive ed il più possibile "impersonali" e deve avere come principale scopo la descrizione imparziale ed oggettiva degli eventi, e non la personale emozionalità ed il soggettivo coinvolgimento......Fosse facile!!!!

    At salud Big Big!!

    RispondiElimina
  6. @Big Five

    Facendo le mie recensioni ho sempre questo timore. La soggettività di un incontro è sempre una cosa da tenere nella giusta considerazione anche se esistono casi in cui effettivamente il comportamento di Witchfinder è comprensibile e condivisibile.

    RispondiElimina
  7. assolutamente si. Io ho rinunciatp ad essere troppo obiettivo, descrivo la situazione per come la vivo....chi mi legge sa poi estrapolare i dati che servono. In manera oggettiva do rate, location, presenza fisica, prestazioni e time....in maniera soggettiva (perchè amo scrivere) invece il resto ed il contesto.....

    Poi a volte ci sono situazioni oggettive, ma sia nel tuo che mio caso (mi pare d'aver capito) non aveva herpes....gli sarà venuto dopo. Come sempre capita e come tu hai giustamente detto l'oggettività deve essere per alcuni dati, il resto è opinabile e strettamente confacente all'esclusiva sfera del personale....d'altronde quel che piace a te non piace a me e viceversa....

    c'è chi ama i trans e chi le donne...io le donne e te? ^_^

    E' comunque un oggettivo problema, essere obiettivi, e spero che chi legga faccia come me. Tragga solo gli spunti utili ed oggettivi prendendo il resto per quello che è...una storia raccontata che non sarà per forza uguale ogni volta, nemmeno se ci torni tu....

    dipende da troppi fattori la replicabilità delle cose.....e delle sensazioni vissute che non possono essere racchiuse in un cliquè o un plafon buono sempre. Ogni volta ha una storia a se.......ma questo i PUNTER DOCG LO SANNO GIA'

    RispondiElimina